Qualcosa si muove

Letti tutti insieme, i progetti di cui si parla in questo articolo sembrano l’inizio di un movimento – finalmente! In realtà tante buone iniziative locali sono sintomo di un bisogno diffuso, ma bisogna essere onesti: ancora non fanno “cultura”.

Proprio per questo è importante conoscerli, diffonderli, richiederli, parlarne. Dàje.

Educazione al genere, la mappa delle “buone pratiche” nelle scuole italiane

In varie regioni d’Italia si tengono lezioni che cercano di rompere gli stereotipi che riguardano il ruolo sociale, la rappresentazione e il significato dell’essere donne e uomini.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/06/12/educazione-al-genere-mappa-delle-buone-pratiche-nelle-scuole-italiane/619814/

P.S. Lorenzo Gasparrini – va detto per correttezza – attualmente non insegna a Sapienza, come invece l’articolo dice.

Annunci